venerdì 28 ottobre 2011

la visita di Antonio.




La Visita
1963, Italia, 110 minuti, B/N
regia: Antonio Pietrangeli
soggetto: Carlo Cassola
sceneggiatura: Antonio Pietrangeli, Ruggero Maccari, Ettore Scola
cast: Sandra Milo, Francois Périer, Mario Adorf
voto: 7.5 / 10
____________________________________________

Sandra Milo, imbottitura che le rende gigante il sederone, rossetto a cuore e riccioli da barboncino, in stazione fa le prove per dare il benvenuto a Francois Périer, doppiato in romanaccio, col quale ha intrapreso una corrispondenza nata dal di lei annuncio sulla "Posta del Cuore", scopo matrimonio. Lei, carina, tenera, benvoluta dal paese, lavoratrice sicura, trentaseienne sola, sta a metà tra una ricca operaia e una piccola borghese - abita a un'ora da Ferrara. Lui, detestato dal suo capo della cartolibreria, doppiogiochista avido e avaro e approfittatore, arriva nella provincia e mangia e beve e ci prova con la nipote della donna di servizio. Come se fossero voci della sua coscienza, i maschi del paese urlano a Sandra Milo/ Pina che quello non è l'uomo giusto. Lui si ubriaca, più volte sfiorano le tenerezze ma poi tornano alla stazione e tutto diventa com'era stato prima che il film iniziasse.
La storia si svolge in ventiquattr'ore e quasi esclusivamente in una casa; viene interrotta da cinque flashback "fumogeni" che spiegano meglio i personaggi. Sceneggiato da Scola e Maccari insieme ad Antonio Pietrangeli che l'ha diretto, La Visita rientra nel trittico che il cineasta dedica alla figura femminile in declino insieme a La Parmigiana e al capolavoro Io La Conoscevo Bene. Ma parliamo di questo film e non dell'altro perché se alla "Posta del Cuore" sostituiamo le chat, il film diventa di un'attualità spaventosa, un moderno incontro al buio fatto di imbarazzi e di «chissà se scopiamo». Nell'edizione in dvd della Minerva Classic (€ 9,90) c'è anche troppo: l'opuscolo interno racconta il film, l'attrice, e la carriera sottovalutata del regista che, oscurato da Antonioni, ha sempre rinnovato il cinema italiano senza che nessuno lo notasse, fino a morire girando la sua ultima pellicola.

Nessun commento:

Posta un commento