domenica 25 dicembre 2011

animated feature film.





Dato che è Natale e a Natale si guardano i cartoni animati, continuiamo le previsioni per le nominations all'Oscar nella categoria del film d'animazione; questa categoria, dopo un sacco di premi assegnati a canzoni originali e colonne sonore di vari cartoni animati soprattutto Disney, è nata da pochissimo, nel 2001, e premiò quel primo anno Shrek, e l'anno dopo il giapponese La Città Incantata, per poi passare a lodare gli sforzi della Pixar. Sforzi che quest'anno hanno poco da essere lodati, dato che il film sfornato è Cars 2 e non è piaciuto praticamente a nessuno (risulta essere settimo nelle graduatorie dei critici, quindi rischia anche di non candidarsi). Già perse il primo Cars nel 2006 sia la canzone originale che il film animato contro Una Scomoda Verità e Happy Feet, mediocre musical artico pieno di pinguini che danzano tra le nevi, tutti tranne uno - e la solfa si ripete anche in questo caso pure quest'anno con Happy Feet 2 adesso nelle sale italiane e un gradino sotto ai motori ruggenti nelle classifiche di gradimento. Sempre in casa Disney, dove sono abituati a portarsi in salotto la statuetta alla migliore canzone originale, potrebbero farcela anche quest'anno in questa categoria con i Muppets che per ovvie ragioni non possono candidarsi tra i film d'animazione (così come i Puffi, squalificati tra i fischi degli americani) e con Winnie The Pooh, ennesima pellicola che racconta le vicende del Bosco dei Cento Acri che se non potrà mai aspirare alla cinquina dei migliori film potrebbe far cantare la platea con "So Long" canzone originale di Zooey Deschanel. Un'altra sfortunata uscita di quest'anno è Gnomeo & Juliet, che partendo dall'originalissima e intelligente idea di far innamorare due nani da giardino, non riesce a mantenere l'intelletto nella trama e nei dialoghi. La vedono molto dura anche gli europei, il ceco Alois Nebel mandato ufficialmente come film straniero e basato sulla graphic novel di Jaroslav Rudis molto celebre e molto in bianco e nero, e l'ispanico Chico & Rita storia d'amore e musica tra un pianista e una cantante. Ma allora, i papabili candidati? Primo e dato per vincitore: Rango, voce di Johnny Depp in lingua originale, originale, autoironico, scurrile, potrebbe essere il primo premio che la Nickelodeon si porta a casa; primo capitolo di una serie sul celebre fumetto belga, opera della coppia Spielber/ Jackson (il primo è al cinema con un altro film, adesso), Le Avventure Di Tin Tin è al secondo posto di probabilità e al primo di sopravvalutazione; Arthur Christmas, invece, un po' inglese e un po' americano, casa Sony, ha sorpreso piacevolmente i giovani vacanzieri d'oltreoceano e da questo venerdì anche noi, e contemporaneamente a lui sia in classifica che al cinema c'è Il Gatto Con Gli Stivali di Antonio Banderas, spin-off di Shrek che sinceramente ne potevamo fare a meno. In quest'anno di sequel non è mancato Kung Fu Panda 2, meno pregnante del primo, e il film che ha dato vita al più celebre videogioco per cellulare Rio, dal quale molti cantanti italiani hanno tratto ispirazione per incidere canzoni perché, forse, il film da solo non sarebbe arrivato a incassare abbastanza.

Nessun commento:

Posta un commento