mercoledì 28 dicembre 2011

come passa in fretta il tempo / 2.





Altra settimana, altra classifica: i dieci momenti migliori di quest'anno di cinema stilata da Keith Simanton, manager editoriale dell'Internet Movie Database.
#1 Carey Mulligan nel ruolo di Sissy che intona una lenta versione jazz di "New York, New York" per suo fratello Brandon (Michael Fassbender candidato al Golden Globe) in Shame, secondo pugno nello stomaco e nell'intelletto di Steve McQueen passato a Venezia e molto apprezzato dai critici - ma che finora non ha vinto molti premi;
#2 La musica di The Tree Of Life, più precisamente "The Moldau River", usata in un momento altissimo della pellicola di fusione tra storia, pensieri, voce angelica fuori campo e inizio del mondo, in questo calderone di immagini bellissime ma disconnesse tra loro con cui Terrence Malick sta conquistando il mondo. Potete ascoltare qui il brano.
#3 La corsa che Joey, cavallo protagonista di War Horse di Steven Spielberg, fa nelle larghe valli e nei campi dividendo con una linea immaginaria i tedeschi dagli inglesi. Scena tutta tecnica, lodata per la maestria del navigato regista - e non tanto per l'abilità del cavallo, in cui si pensa siano riassunte tutte le caratteristiche della discriminazione omosessuale (ne parleremo).
#4 Il giubbotto e il mutismo di Ryan Gosling in Drive: lui è l'attore dell'anno, il film è l'action-movie dell'anno, ai Golden Globe l'hanno candidato per altri due ruoli preferendo Albert Brooks; non ci dimenticheremo mai dei suoi silenzi, le scritte fucsia, la musica anni '80, la calma con cui guida e passeggia e poi massacra le persone.
#5 Le cose buone che arrivano a chi sa aspettare, incarnate dall'abbraccio tra Ron ed Hermione in Harry Potter E I Doni Della Morte, Parte 2, capitolo finale della longeva saga che stretta la foglia larga la via si conclude nel migliore dei modi.
#6 La scimmia Caesar che ottiene consensi e rispetti tra le altre scimmie presenti nel discorso diretto da Rupert Waytt' ne L'alba Del Pianeta Delle Scimmie prima dell'attacco del cattivissimo Tom Felton.
#7 Ancora Michael Fassbender, insieme a James McAvoy, che racconta la morte dei genitori a causa dei nazisti dopo la Seconda Guerra in X-Men: First Class.
#8 L'idea alla base di Midnight In Paris, unica nota positiva del film: ogni persona guarda al passato lodando le meraviglie di quella che crede un'epoca d'oro, mai pensando che a quel tempo veniva lodata un'epoca ancora più remota, migliore sotto altri punti di vista: e così Owen Wilson passeggia negli anni '20 insieme a Marion Cotillard che vorrebbe passeggiare per le vie di un secolo prima.
#9 Una scena di Hugo diretto e osannato da Martin Scorsese in cui Ben Kingsley fa una cosa che non vi dico per non rovinarvi il film.
#10 L'altra pellicola di Steven Spielberg di quest'anno, Le Avventure Di Tintin, mix di tensione e picchi sonori e romanticismo, mentre i galeoni si incagliano nelle dune di sabbia.
Ma ci sono anche le dieci scene peggiori...

Nessun commento:

Posta un commento