sabato 28 gennaio 2012

premi César - nominations.





Sono i "David di Donatello" francesi, gli Oscar del cinema d'oltralpe, i premi César giunti alla 37esima edizione, che si terranno venerdì 24 febbraio a Parigi. I premi di tutte le categorie sono riservati al cinema francese approdato nelle sale nell'anno solare appena trascorso, ma per quanto riguarda il premio alla carriera, come ogni anno, è stata scelta una stella internazionale che ha brillato più delle altre. A questo giro, si tratta di Kate Winslet, l'attrice che aveva ottenuto il record di nominations all'Oscar prima dei trent'anni e che ha finalmente vinto con The Reader, che con Mildred Pierce è poi passata alla televisione per vincere l'Emmy e il Golden Globe.
Non posterò tutti i candidati di tutte le categorie, e rimando al sito ufficiale per gli interessati. Riporto le sezioni principali sottolineando come tutti i film candidati a miglior film tranne uno escano da Cannes, come tra i film d'animazione non ci sia il candidato all'Oscar A Cat In Paris dai disegni superbi, come The Artist, con dieci nominations (film, regia, attrice, attore, sceneggiatura originale, colonna sonora, fotografia, montaggio, costumi, scenografia), che, ricordiamo, è un film francese candidato a dieci Oscar, non sia il film in testa, perché battuto da Polisse, che sempre a Cannes aveva vinto un po' di premi, candidato a tredici statuette, molte ripetute (due attrici, tre attori non protagonisti, film, regia, sceneggiatura originale, attrice non protagonista, attrice emergente, sonoro, fotografia, montaggio). Fanno incursione tra i nominati anche il finlandese (ma recitato in francese) Le Havre, snobbato dall'Academy senza apparente motivo come anche è stato snobbato La Guerre Est Déclarée, la spagnola Carmen Maura candidata come miglior attrice non protagonista nella commedia anni '60 Le Donne Del Sesto Piano (candidato anche per i costumi e per le scene), Yasmina Reza e Roman Polanski per la sceneggiatura adattata di Carnage. Anche L'apollonide esce da Cannes, storia delle case chiuse e delle donne che ci vivevano dentro, e fa razzia di candidature artistiche (fotografia, costumi, scene, oltre all'attrice non protagonista, due attrici emergenti e la colonna sonora), insieme a Les Bien-Aimées di Christophe Honoré, già regista di musical (Les Chansons D'amour) e di film molto poco presi in considerazione dalla critica. Incetta di nominations pure per L'exercice De L'état (undici) e Intouchables (nove) che, al contrario di Polisse che venerdì arriva nei nostri cinema, non credo vedremo mai in Italia.
E i candidati sono...

Miglior film
L'exercice De L'état
La Guerre Est Déclarée
Le Havre
Intouchables
Pater
Polisse
The Artist

Miglior Regia
Alain Cavalier per Pater
Valérie Donizelli per La Guerre Est Déclarée
Michel Hazanavicius per The Artist
Aki Kaurismäki per Le Havre
Maïwenn per Polisse
Pierre Schoeller per L'exercice De L'état
Eric Toledano & Olivier Nakache per Intouchables

Miglior Attrice
Ariane Ascaride in Le Nevi Del Kilimangiaro
Bérénice Bejo in The Artist
Leïla Bekhty in La Source Des Fammes
Valérie Donizelli in La Guerre Est Déclarée
Marina Foïs in Polisse
Marie Gillain in Toutes Nos Envies
Karin Viard in Polisse

Miglior Attore
Sami Bouajila in Omar Killed Me
Francois Cluzet in Intouchables
Jean Dujardin in The Artist
Olivier Gourmet in L'exercice De L'état
Denis Podalydès in La Conquête
Omar Sy in Intouchables
Philippe Torreton in Présumé Coupable

Miglior Film Straniero
Il Cigno Nero (USA)
Il Discorso Del Re (UK)
Drive (USA)
Il Ragazzo Con La Bicicletta (Belgio)
Incendies (Canada)
Melancholia (Danimarca)
Una Separazione (Iran)

Nessun commento:

Posta un commento