martedì 28 febbraio 2012

Gianni e le locandine.





È stato il film "rivelazioncina" di Venezia tre anni fa e ha riscosso moltissimo successo di pubblico e di critica, vincendo, tra le altre cose, un David e un Nastro d'Argento per il debutto alla regia e candidandosi a due European Film Awards. Si chiama da noi Il Pranzo Di Ferragosto, ma lo sapevate che la storia di Gianni e dei suoi attempati commensali aveva fatto il giro del mondo ed era arrivato in Inghilterra, Giappone, e in otto festival in America? La locandina per la pellicola era stata affidata al debuttante studio grafico La Boca del nord di Londra, che poi si sarebbe occupata sia delle futuriste locandine de Il Cigno Nero, sia del poster di Gianni E Le Donne, che da noi è arrivato al cinema l'11 febbraio scorso, ormai più di un anno fa, dopo essere passato dal Festival di Berlino. Meno apprezzato e meno spassoso del precedente, con il titolo The Salt Of Life, ha girato il mondo pure questo, senza toccare l'Asia e senza essere promosso da molti festival, e si appresta adesso ad uscire nei cinema americani, con prima proiezione il 2 marzo. "Il Sale Della Vita" era il titolo che Gianni Di Gregorio utilizzava in fase di lavoro, cambiato all'ultimo minuto. Sceneggiatore anche di Gomorra e di pochissime altre cose, al momento Di Gregorio non ha annunciato nessuna prossima uscita.
Per quanto riguarda La Boca, invece, vi consiglio di visitare il sito ufficiale, soprattutto la pagina d'apertura, mentre trovate i manifesti alternativi ufficiali de Il Cigno Nero cliccando qui.

Nessun commento:

Posta un commento