lunedì 19 marzo 2012

coming soon/ 2.





Altro film, altro romanzo, altra grande attesa: Il Grande Gatsby, dopo essere stato un amatissimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald, un film molto criticato di Jack Clayton vincitore però di due Oscar con Robert Redford e Mia Farrow, un altro film nel 2000 di Robert Markowitz completamente passato inosservato, si prepara a tornare in sala e a differenza dei film precedenti vuole farlo col botto: Baz Luhrmann, acclamato regista di soli quattro film in vent'anni di carriera (Gara Di Ballo, i celebri Romeo+Giulietta e Moulin Rouge! e l'australiano Australia) considerato tanto geniale quanto visionario, passa al 3D e se ne vanta. Leonardo DiCaprio, che interpreterà il protagonista Jay Gatsby, recentemente intervistato da Repubblica ha spifferato che le riprese, abbondantemente finite e in post-produzione da mesi, sono state «strepitose, minuziose, curatissime, incredibili: Baz ha fatto un ottimo lavoro» lavorando, come già Martin Scorsese con i nostri scenografi Ferretti e Lo Schiavo, direttamente in 3D e quindi esaltando il colore, riempendo i set.
Il film promette di essere davvero la pellicola dell'anno, tra regia e attenzione artistica. Conoscendo i personaggi che interpreteranno i vicini di Jay, in realtà, ci possiamo aspettare molto anche dalle interpretazioni: la nostra preferita Carey Mulligan dopo i piccoli cult adolescenziali (An Education) e mascolini (Drive, Shame), si dona al cinema da cassetta mentre lavora con grossi autori (attualmente è sul set del nuovo impronunciabile film dei Coen). A fare compagnia a lei e DiCaprio ci sono poi Joel Edgerton (il "Baz" di Animal Kingdom e il Brendan di Warrior), la shopaholic Isla Fisher e l'ex Uomo Ragno Tobey Maguire. L'uscita americana è prevista per il giorno di Natale di quest'anno, il giorno dopo approderà in UK; e da noi?, ancora non si sa.
La locandina che vedete in apertura non è (tanto per cambiare) il teaser poster ufficiale; ma è bellissima. Per vedere le poche immagini rubate dal set rimando a questa pagina.

Nessun commento:

Posta un commento