lunedì 2 aprile 2012

God save Potter.





Più o meno come è successo per la trilogia Millenium, da cui s'è tratta una serie di film (svedesi) sui libri di Larsson dai quali poi Fincher ha girato il primo episodio di altri tre remake (americani), così succederà ad Harry Potter, che c'eravamo illusi di esserci tolto dalle palle e invece no; forse non completamente soddisfatta degli otto film appena completati, l'autrice della saga più letta del mondo e donna più ricca d'Inghilterra, anche più della regina, J.K. Rowling (autrice del disegno a lato, risalente al 1999) ha annunciato di avere appena ufficializzato il piano di uscita di altri sette (attenzione, non otto) film completamente nuovi, sempre basati sui suoi libri, sempre inglesi, che approderanno al cinema uno all'anno da Natale 2016 al 2022. Nessuna critica alle pellicole precedenti, ma la Rowling, quando ha reso pubblica la cosa ai microfoni della Mussel, ha sottolineato che questa volta sarà lei in prima persona ad occuparsi degli adattamenti dei dialoghi perché nessuno meglio di lei troverà il modo di valorizzare i personaggi. Troppo presto per riproporre film con la stessa storia? «No, l'idea è quella di portare in sala una nuova generazione di spettatori, magari insieme a quella vecchia, ragazzi che nel frattempo sono diventati genitori».
Qualcuno le dica che le generazioni si fanno ogni venticinque anni.
Ad ogni modo, la Rowling ha anche deciso che ci sarà un solo regista per tutti e sette i film, a differenza dei precedenti, e che i film saranno sette, con un unico finale, e non in 3D. Il nome del regista ovviamente ancora non è stato dato, ma si spera in Steven Spielberg o il compare Peter Jackson o il regista dell'anno, Gary Ross, autore degli Hunger Games attualmente #1 in America. Nessun nome neanche per gli attori protagonisti, e sarà difficilissimo rimpiazzare i vecchi volti dei tanti maghi; si mormora che per Radcliffe & co. sono garantite delle piccole parti, magari come professori nella scuola.
Intanto, mentre anche in Italia si ristampano tutti i libri con nuove, minimaliste, bianche copertine per l'edizione economica (e nuovamente tradotta, che potete acquistare cliccando qui), la Bloomsbury, casa editrice inglese, ha annunciato che riporterà in libreria la serie con nuove cover sulle quali compariranno le facce dei nuovi attori protagonisti.

Nessun commento:

Posta un commento