sabato 14 aprile 2012

l'ospite (indesiderato).





Come il nostro Ammaniti, che tutto quello che scrive qualcuno lo porta al cinema (Bertolucci sta finendo di girare persino il terribile Io & Te), oltreoceano Stephenie Meyer si crogiola nei soldi che le piovono tra la vendita dei libri e quella dei diritti. Poco prima della conclusione della (non trovo aggettivi per definirla) Twilight Saga, arriva la notizia (e insieme alla notizia anche la locandina, le foto dal set, il dettaglio completo del cast) che c'è qualcuno che sta lavorando a quell'altro suo libro, quello che non parla di vampiri ma di alieni, The Host, che in Italia si chiama, come si chiamerà il film, L'ospite. E uscirà addirittura tra un anno, il 29 marzo, ma si sa già tutto. Dietro la sceneggiatura e la macchina da presa c'è un uomo di cui abbiamo letto e parlato tutti ultimamente, Andrew Niccol, reduce del(l'in)successo di In Time, molto più noto per aver scritto il delizioso The Truman Show (nomination all'Oscar) e aver diretto Gattaca, S1møne e Lord Of War. Nonostante un curriculum molto breve, Niccol è considerato uno dei maggiori esponenti della sci-fi americana e tutto quello che fa viene accolto con molto rispetto. Non so come stia scivolando in quest'impresa teen, non so cosa stia facendo, sono ancora tutti alla lavorazione sul set. “Tutti” sarebbero la protagonista all'occorrenza rossiccia Saoirse Ronan (che è nella locandina a destra, anche se sembra Zac Efron), candidata all'Oscar per il meraviglioso Espiazione, Diane Kruger, che intanto si prepara a promuovere Gli Addii Alla Regina di Benoit Jacquot in cui interpreta Maria Antonietta‚ William Hurt che fa il padre della Ronan, Jake Abel di Amabili Resti, Max Irons di Cappuccetto Rosso Sangue e un sacco di altri ragazzotti dal bell'aspetto.
Il primo stato che potrà vedere il film, al momento, è il Belgio (27 marzo 2013).

Nessun commento:

Posta un commento