mercoledì 4 aprile 2012

Nerone suonava la cetra.





Se ne parlava da molto perché, come ormai fa da dieci anni, Woody Allen stava lavorando al suo nuovo film prima ancora che il precedente fosse uscito al cinema. Si diceva che il titolo sarebbe stato Bop Decameron e che il film avrebbe avuto una serie di episodi ispirati al Decameron di Boccaccio appunto, ma in versione moderna; abbandonando l'idea «troppo complessa» il regista così ha deciso di intitolare il film Nero Fiddled (espressione americana per “Nerone suonava la cetra”) a realizzazione già avviata, come aveva fatto precedentemente solo per Annie Hall (che si chiamava, durante le riprese, Anhedonia). Ma quasi nessuno fuori dall'Italia conosce il Decameron, a detta dell'autore, e allora gli episodi sono diventati quattro, e molto più accessibili.
Erano comparse poi foto di Penélope Cruz (nuova musa del regista, si diceva, che con lui ha vinto l'Oscar) in micro-tubino rosso e borsetta (adesso sappiamo perché), ed era nota la scena in cui Benigni dirigeva il traffico in stile Totò.
Si sapeva, anche, che ci sarebbero stati molti nomi italiani divisi in questi quattro episodi ambientati nella capitale: Ornella Muti, Riccardo Scamarcio, Isabella Ferrari, Alessandro Tiberi, Lina Sastri, Alessandra Mastronardi e un Luca Calvani che spesso lavora in film stranieri e infatti è l'unico che parla in inglese.
Fuori dal cinema Anteo, a Milano, in anteprima una settimana fa, era comparsa anche questa locandina, che annuncia(va) la data di uscita italiana del film. To Rome With Love (è questo quindi il titolo, ufficialmente, in tutti i Paesi) arriverà innanzitutto in Italia, tra due settimane, e solo a giugno in versione limitata in America. Dopo Vicky Cristina Barcelona e il fortunatissimo Midnight In Paris, film record del regista, che ha incassato più di ogni altro film indipendente in America nel 2011 e l'ha portato all'edizione degli Oscar (vincendo per la sceneggiatura originale) dopo più di trent'anni, Allen si affida di nuovo a una capitale europea nel titolo e nelle scene e spera di incassare un nuovo successo. Dal trailer, noi, non capiamo molto: ma siamo così affezionati al “vecchio” Allen e soprattutto ci è piaciuto così tanto Match Point che ormai entriamo in sala sempre un po' col naso arricciato. Temiamo in un'altra schifezza (certo niente sarà mai peggio di Incontrerai L'uomo Dei Tuoi Sogni). Ma confidiamo nei giovanissimi candidati all'Oscar Ellen Page (per Juno) e Jesse Eisemberg (per The Social Network). Ma lo scopriremo solo vivendo.
Il trailer ufficiale in HD del film, uscito poche ora fa, è visibile cliccando qui.

Nessun commento:

Posta un commento